Home Gialli Recensione Per Luigi non odio né amore

    Recensione Per Luigi non odio né amore

    103
    0
    Recensione Per Luigi non odio né amore

    Recensione Per Luigi non odio né amore

    Chi è Gianni Antonio Palumbo?

    Recensione Per Luigi non odio né amore
    Gianni Antonio Palumbo

    Gianni Antonio Palumbo nasce a Molfetta, 20 marzo 1978,  Alfiere del Lavoro, ha conseguito il Dottorato in Italianistica (“Letteratura umanistica”) a Messina. Ricercatore a tempo determinato presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Foggia, insegna attualmente “Metodologia della critica letteraria” e “Filologia della letteratura italiana”. Ha pubblicato contributi di critica letteraria sull’Umanesimo-Rinascimento e sulla letteratura contemporanea e le monografie Vestali in un mondo senza sogni e La biblioteca di un grammatico sull’umanista Giuniano Maio.

     

    Collabora, con un team diretto dal prof. Francesco Tateo, all’edizione critica, per le Edizioni scientifiche italiane, della Villa di Giovan Battista Della Porta, di cui ha integralmente curato il terzo tomo. Ha edito criticamente opere di Benedetto Cocorella e Jacopo Filippo Pellenegra e, per i tipi della Stilo, ha recentemente pubblicato un’edizione commentata delle Rime di Isabella Morra. Ha ottenuto nel marzo 2017 l’abilitazione scientifica nazionale a professore di seconda fascia nel settore 10/F1 (Letteratura italiana); nel 2018 è stato abilitato per la seconda fascia in “Linguistica e Filologia italiana” (10/F3).

    Redattore della rivista «La Vallisa» e dei periodici “Quindici” e “Luce e Vita”, prefatore di cataloghi d’arte, è autore di romanzi (I fantasmi di un poeta, La Meridiana, 1998; Krankreich. Tramonto di un sogno, Palomar, 2000; Eternità. La leggenda di Destino e Sospensione, Palomar, 2003), della silloge di poesia Non alla luna, non al vento di marzo (Schena, 2006), dei racconti di Il segreto di Chelidonia e di pièce teatrali, edite e inedite, tra cui Lena, Il treno, Chi ha paura delle ombre? e Il diavolo a cavallo. Ha conseguito premi letterari, tra cui il “Premio Valle dei Trulli” per la ‘Letteratura giovane’ nel 2000 con il romanzo Krankreich. Tramonto di un sogno in ex aequo con Chiara Gamberale.

    È stato Direttore artistico dell’ottava e della nona edizione della “Notte bianca della Poesia” presso l’Istituto Vittorio Emanuele II di Giovinazzo (23 giugno 2018), indetta dall’Accademia delle Culture e dei Pensieri del Mediterraneo. Ha ideato, per la stessa, il format dell’”Ostracismo 2.0″ e della “Sfida al Parnaso”.

    Cura la rubrica di poesia metafisica “Riflessi”, per il periodico diocesano “Luce e Vita”. Sue poesie sono state tradotte in inglese, francese, polacco, albanese, russo e serbo. La sua opera più recente è il romanzo Per Luigi non odio né amore pubblicato dall’editore Scatole parlanti.

    Fonte: giannipalumbo.it

    Qual è la trama del libro Per Luigi non odio né amore?

    Che fine ha fatto il giovane insegnante Mattia Landi? Qual è la causa della follia della bella Eleonora, amante dell’uomo? Cosa si cela dietro il misterioso affare di via delle Ortensie? Nell’anno 1978, presso l’immaginaria cittadina di Candevari, nella provincia brindisina, prendono avvio le indagini del commissario Fano e della sua zelante e affascinante collaboratrice Marta. L’obiettivo punta alle due istituzioni scolastiche del posto, il Principe Amedeo e l’Accademia Amaranta. Un accademico manipolatore, fanatico ammiratore di Robespierre, un amore omosessuale fiorito nella clandestinità, un docente scivolato giù dalla torre campanaria della Chiesa della Maddalena, l’angeliismo fasullo di alcuni studenti e infine una misteriosa ragazza che vive nascosta in biblioteca… Sono questi gli ingredienti di una fiaba nera che cattura gradatamente sino al sorprendente finale.

    Di cosa parla il libro Per Luigi non odio né amore?

    La storia viene ben narrata dall’autore; il quale esprime una snodata ma celata articolazione vicendale d’impatto. I personaggi che figurano vivacemente all’interno dell’opera, possiedono innumerevoli sfaccettature caratteriali che danno il via a un’ incalzante  oscura fiaba. Una narrazione coinvolgente e saldamente annodata… un autentico fervente racconto dove ciò che attentamente scruti non è mai realmente quel che appare. L’ oscurità ammanetta malevolmente l’essere umano fragilizzato e tediato dall’immancabile moltitudine pregiudiziosa che molto spesso lo affligge accoratamente.

    La vicenda espressa basandosi su questioni di cronaca realmente accaduti, narra con perpetua abilità attrattiva una complessa e ardimentosa esposizione.

    Una trama storicamente avvincente dove ogni figurante rappresenta indissolubilmente un tassello mancante dell’acuto mistero .

    Un susseguirsi d’eventi che prendono il sopravvento; trascinando il lettore in un altalenante vortice turbinoso.

    Il protagonista principale è Mattia Landi. Egli è perennemente tormentato da insoliti incubi dall’ambientazione pugliese. Candevari, luogo immaginario nato dalla penna del talentuoso scrittore, si trova per l’appunto in Puglia.  Ed è proprio quì che Mattia si troverà a stretto contatto in una implicata insidiosa rete di fanatismo storico…una trappola che non lascia alcuna via di scampo.

    Un’intensa opera dai toni intensi e eleganti.

    Una storia che stupirà di netto chiunque la legga; un sorprendente finale che stravolgerà completamente l’idea di ogni lettore.

    Acquista il libro su → amazon

    Marika Mendolia

    Continua a leggere le nostre → recensioni

    Guanda il Book Trailer del libro Per Luigi non odio né amore

     

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here