Home Inchiesta Recensione Inerti

    Recensione Inerti

    262
    1
    Recensione Inerti

    Recensione Inerti

    Chi è Barbara Giangravè?

    Recensione Inerti
    Barbara Giangravè

    Barbara Giangravè è nata a Palermo nel 1982. Laureata in Scienze della Comunicazione, giornalista professionista dal 2006, ha lavorato per agenzie informative, testate giornalistiche online, uffici stampa. È stata insignita nel 2011 del titolo di Inspiring Woman of Italy per gli anni del suo attivismo antimafia. Ha viaggiato in Europa, America e Asia.

    Qual è la trama del libro Inerti?

    Licenziata dall’azienda per cui lavora, la trentenne Gioia lascia Palermo, sua città d’elezione, e si trasferisce nel paese di provincia dei defunti genitori. Gioia vive appartata tra la casa e la libreria nella quale lavora come commessa, ma l’incontro con il suo vecchio amico Fabio, malato di tumore, la costringe a prendere atto di quanto il cancro sia diffuso, in misura anomala, nel paese. Inizia così la ricerca delle prove di un traffico illecito di rifiuti di cui tutti parlano, ma solo a mezza bocca.

    Alla ricostruzione del passato del borgo delle origini, si affiancano i ricordi e i traumi della vita familiare della protagonista. Con un ritmo incalzante, seguendo Gioia in presa diretta, il lettore viene coinvolto nella scoperta del lato oscuro dell’abitudinaria vita di un piccolo centro siciliano in cui il silenzio e la rassegnazione sono muri difficili da scalfire. E, nel contempo, accompagna il faticoso cammino della protagonista, chiamata a rimettere assieme i tasselli della propria esistenza.

    Di cosa parla il libro Inerti?

    La scrittura è tosta, forte, decisa e colma di grinta che proviene dallo spirito battagliero dell’autrice. Affascina la maestria della scrittrice nel fornire peculiarità psicologiche uniche e distinte per ogni personaggio. Avremo la sensazione di conoscere personalmente i protagonisti, ci affezioneremo a loro e patiremo le loro angosce. Questo aspetto mi ha ricordato un po’ lo stile della scrittrice “Silvia Avallone”, un’altra nota scrittrice che racconta squarci di un’Italia vittima della crisi socio-culturale e della mafia.

    La dedizione ai dettagli ambientali e descrittivi è degna di nota. La scrittrice riesce abilmente a “trasportarci” nei luoghi del racconto, evocando emozioni seducenti. 

    La giornalista Giangravè, attivista antimafia, ha realizzato un moderno romanzo d’inchiesta. “Inerti” ha vinto il premio Augusta 2017.

    Acquista il libro su → amazon

    Marco Schifilliti

    Leggi la nostra intervista a Barbara Giangravé

    Guarda un’altra interessante intervista all’autrice

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here