Home Narrativa Recensione Una valigia piena di sogni

    Recensione Una valigia piena di sogni

    628
    0
    Recensione Una valigia piena di sogni

    Recensione Una valigia piena di sogni

    Chi è Paullina Simons?

    Recensione Una valigia piena di sogni
    Paullina Simons

    Paullina Simons è una scrittrice russa. Il suo nome da nubile è Paullina Handler. Il libro di maggior successo che ha scritto è stato Il cavaliere d’inverno ambientato nell’Unione Sovietica durante l’Assedio di Leningrado. Paullina ha trascorso la sua infanzia in Russia, vivendo in due stanze all’interno di un appartamento comune, insieme alla madre ingegnere, il padre avvocato, gli zii e il cugino, sognando fin da bambina di diventare una scrittrice. Dopo la laurea in scienze politiche alla Kansas University, ha lavorato come giornalista finanziaria per il Financial News Network e come traduttrice.

     

    In seguito ha scritto il suo primo romanzo, Tully a cui hanno fatto seguito Red leaves, Eleven hours, Il cavaliere d’inverno, Tatiana & Alexander, Il giardino estate, The Girl in Times Square e A song in the daylight. Molti dei libri di Paullina sono entrati nelle classifiche dei best seller internazionali in paesi come Australia e Nuova Zelanda.

    Nel 2012 è uscito Children of Liberty, nel quale Paullina racconta la storia di Harold e Gina Barrington, genitori di Alexander, protagonista maschile della trilogia del Cavaliere d’inverno, della quale costituisce un prequel. Con l’uscita di questo libro Paullina ha dichiarato di voler pubblicare una trilogia sulla grande depressione precedente al periodo storico in cui è stato ambientato Il cavaliere d’inverno, ed infatti l’anno successivo è stato pubblicato Bellagrand, il secondo libro della nuova saga.

    Fonte:Wikipedia

    Qual è la trama del libro Una valigia piena di sogni?

    Chloe e Mason, Hannah e Blake. Due coppie, due fratelli, due migliori amiche. Il viaggio dopo il diploma è l’occasione a lungo sognata per vivere una nuova avventura insieme prima che le loro vite prendano strade diverse. La meta è Barcellona, ma prima devono fare tappa in alcune città dell’Europa dell’Est per onorare una promessa di famiglia.

    E qui, tra i tesori di una terra che muove i primi timidi passi dopo il crollo dei regimi comunisti, Chloe incontra Johnny Rainbow, un misterioso ragazzo americano che gira il mondo con la chitarra sulle spalle, un sorriso sulle labbra e un oceano di segreti negli occhi. Con lui i quattro amici attraversano in treno il vecchio mondo, da Carnikava a Treblinka, da Cracovia a Trieste, in un viaggio indimenticabile che li porta nel cuore dell’Europa e nell’oscuro passato di Johnny…

    Un viaggio che rischia di far saltare i progetti di Chloe per il futuro, che la costringe a mettere in discussione tutto ciò che era convinta di volere, che spoglia di ogni falsità il suo legame con gli amici di una vita finché non le rimane che un’unica certezza: comunque vada a finire, dopo questo viaggio le loro vite non saranno più le stesse.

    Di cosa parla il libro Una valigia piena di sogni?

    Ho letto per la prima volta questo libro a natale del 2018, quando mi è stato regalato da mia sorella. Avevo da poco compiuto 18 anni e quando lessi il titolo e la trama del libro, pensai subito che sarebbe stato un libro interessante da leggere, poiché mi ero accorta, solo dal titolo e dalla trama, che parlava di cose che mi interessavano. Una valigia piena di sogni. Chi non ne ha una? Soprattutto a 18 anni, poi. Io e Chloe avevamo un paio di sogni in comune mi resi conto.

    Fryeburg, Maine. Chloe e la sua migliore amica Hannah, sognano da quando erano bambine di andare a Barcellona, a loro si uniscono anche i fidanzati, i fratelli Haul, Mason e Blake. I quattro, iniziando da Blake, vogliono scrivere una storia e pensano che viaggiando troveranno l’ispirazione giusta. Per Chloe è difficile ottenere il permesso dei suoi genitori, ma alla fine riesce a partire, con la condizione che però, prima di andare a Barcellona, si fermi in alcune città dell’Europa dell’est.

    Una valigia piena di sogni è un romanzo bellissimo, coinvolgente, commovente e pieno di emozioni. Ho riletto “Una valigia piena di sogni” tante volte. Libro bellissimo, che continua ad emozionarmi.

    Testo abbastanza lungo e la storia va avanti poco a poco, ma il bello è anche questo.

    Romanzo che ti fa immergere nella narrazione, ti coinvolge, ti rende partecipe, come se fossi presente anche tu lì a viaggiare con loro e condividere la storia.

    È un libro pieno di segreti, misteri, intrighi, emozioni. Ricordo che la prima volta che lo lessi, ero davvero super coinvolta e ogni capitolo che finivo mi faceva venire voglia di leggere subito il successivo.

    È stato anche sorprendente e sconvolgente, soprattutto negli ultimi capitoli, quando gli intrighi diventano piuttosto seri e Chloe si trova in difficoltà. Rimasi a bocca aperta, quando arrivai alle ultime pagine, perché non mi aspettavo certi colpi di scena.

    Ammetto che ho pianto, un po’ perché sono sensibile e anche perché il libro è uno strappalacrime. Penso che ogni persona, se ne ha la possibilità, debba leggere questo libro almeno una volta nella vita. È un libro che mi ha fatto ragionare molto, su tante questioni della vita e me ne ha fatte capire tante altre.

    Mi sono immedesimata molto in Chloe, nelle sue insicurezze iniziali, nei suoi pensieri, nelle sue preoccupazioni. Ho riso con lei, ho pianto con lei, sono rimasta delusa e sorpresa come lei alla scoperta di cose inaspettate. Ho sofferto con lei nelle ultime pagine, quando tutto sembrava andare male e alla fine sono rimasta contenta quando, dopo tutto quello che era successo e tutto ciò che aveva passato, dopo tutte le lacrime e le delusioni, è riuscita ad avere il suo lieto fine e a trovare la felicità.

    Se leggi un libro e non ti trasmette emozioni, non ti lascia niente quando l’hai finito, allora penso che non abbia senso. Un libro ti deve trascinare al suo interno! Ti deve far emozionare, ti deve far sentire come se anche tu fossi un personaggio delle sue pagine, ti deve far vivere e sognare. Una Valigia piena di sogni è un libro che lo fa, anche se lo rileggi per l’ennesima volta, lo fa sempre. È uno di quei libri che vale la pena leggere più volte, uno di quei libri indimenticabili, che avrai sempre piacere di rileggere anche se conosci la storia a memoria ormai, anche se sai che finirai di nuovo per piangere alla fine. È un libro che merita di essere letto e riletto.

    Sara Coppola

    Acquista il libro su → amazon

    Continua a leggere → recensioni

    Approfondisci con l’intervista all’autrice

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here