Home Gialli Recensione La disciplina di Penelope

    Recensione La disciplina di Penelope

    28
    0
    Recensione La disciplina di Penelope

    Recensione La disciplina di Penelope

    Chi è Gianrico Carofiglio?

    Recensione La disciplina di Penelope
    Gianrico Carofiglio

    Gianrico Carofiglio, è nato a Bari, è figlio della scrittrice Enza Buono e fratello dell’architetto, scrittore e illustratore Francesco Carofiglio. Ha conseguito la maturità  al liceo classico “Quinto Orazio Flacco” della propria città e successivamente si laurea in giurisprudenza. Carriera giuridica e politica È a lungo un pubblico ministero, specializzato in indagini sulla criminalità organizzata.

     

    Nel 2007 è nominato consulente della commissione parlamentare antimafia e dal 2008 al 2013 è Senatore della Repubblica per il Partito Democratico. Dal 2022 è professore a contratto presso l’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, sede di Ravenna, titolare del seminario “Lingua e scrittura giuridica di base”.

    Esordisce nella narrativa nel 2002 con Testimone inconsapevole (Premio del Giovedì “Marisa Rusconi”, Premio Rhegium Julii, Premio Città di Cuneo, Premio Città di Chiavari), creando il personaggio dell’avvocato Guido Guerrieri, protagonista dei romanzi Ad occhi chiusi (2003, Premio Lido di Camaiore, Premio delle Biblioteche di Roma e “Miglior noir internazionale dell’anno 2007” in Germania secondo una giuria di librai e giornalisti), Ragionevoli dubbi (2006, Premio Fregene e Premio Viadana 2007, Premio Tropea 2008), Le perfezioni provvisorie (2010, Premio Selezione Campiello), La regola dell’equilibrio (2014) e La misura del tempo (2019, finalista Premio Strega 2020).

    Fonte biografia: Wikipedia

    Qual è la trama del libro “La disciplina di Penelope” dello scrittore Gianrico Carofiglio?

    Penelope si sveglia nella casa di uno sconosciuto, dopo l’ennesima notte sprecata. Va via silenziosa e solitaria, attraverso le strade livide dell’autunno milanese. Faceva il pubblico ministero, poi un misterioso incidente ha messo drammaticamente fine alla sua carriera. Un giorno si presenta da lei un uomo che è stato indagato per l’omicidio della moglie. Il procedimento si è concluso con l’archiviazione ma non ha cancellato i terribili sospetti da cui era sorto.

    L’uomo le chiede di occuparsi del caso, per recuperare l’onore perduto, per sapere cosa rispondere alla sua bambina quando, diventata grande, chiederà della madre. Penelope, dopo un iniziale rifiuto, si lascia convincere dall’insistenza di un suo vecchio amico, cronista di nera. Comincia così un’appassionante investigazione che si snoda fra vie sconosciute della città e ricordi di una vita che non torna.

    Con questo romanzo – ritmato da una scrittura che non lascia scampo – Gianrico Carofiglio ci consegna una figura femminile dai tratti epici. Una donna durissima e fragile, carica di rabbia e di dolente umanità. Un personaggio che rimane a lungo nel cuore, ben oltre l’ultima pagina del sorprendente finale.

    Di cosa narra il libro “La disciplina di Penelope” dell’autore Gianrico Carofiglio?

    Gianrico Carofiglio, il celebre giallista barese, fa il suo ritorno letterario con una storia avvincente e ricca di suspense. La protagonista di questo intrigante romanzo è Penelope, un’ex Pubblico Ministero dotata di un intuito da detective che si rivelerà fondamentale nella risoluzione di un caso archiviato da anni.

    Penelope decide di riprendere in mano le redini della giustizia quando incontra il marito della vittima, desideroso di ottenere giustizia per la moglie e di liberarsi dagli infondati sospetti che lo tormentano. La sua motivazione si basa anche sulla necessità di offrire una spiegazione alla loro bambina, che crescerà con il peso dell’inspiegabile scomparsa della madre.

    Il romanzo si sviluppa seguendo le mosse di Penelope, che, pur immergendosi in una vita segnata da vizi, decide di indagare sul presunto colpevole. Attraverso una trama articolata e piena di colpi di scena, Carofiglio guida il lettore attraverso una serie di indagini personali della determinata detective.

    La caratterizzazione di Penelope come una donna filofobica, incapace di legarsi sentimentalmente e focalizzata sul perfezionamento delle sue abilità investigative, aggiunge un interessante strato psicologico al personaggio.

    Il romanzo si distingue per i suoi inusuali colpi di scena e la capacità dell’autore di depistare completamente il lettore, cogliendolo di sorpresa. Carofiglio, con la sua abilità narrativa, conduce il lettore attraverso diverse dimensioni, offrendo un’esperienza di lettura avvincente e coinvolgente.

    In conclusione, questo giallo tutto italiano è una lettura che si consuma in un soffio, una trama avvincente che cattura l’attenzione dall’inizio alla fine. Un’opera che conferma la maestria di Carofiglio nel creare storie coinvolgenti e personaggi indimenticabili.

    Marika Mendolia

    Acquista il libro “La disciplina di Penelope” del giallista Gianrico Carofiglio su → amazon

    Continua a leggere le nostre → recensioni

    Approfondisci con questo video: Gianrico Carofiglio presenta il nuovo libro “La disciplina di Penelope”

     

     

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here