Home Azione e avventura Recensione Il gioco dell’angelo

    Recensione Il gioco dell’angelo

    197
    1
    Recensione Il gioco dell'angelo

    Recensione Il gioco dell’angelo

    Chi è Carlos Ruiz Zafón?

    Recensione Il gioco dell angelo
    Carlos Ruiz Zafón

    Autore di successo mondiale, ha vissuto a partire dal 1993 a Los Angeles, dov’era impegnato nell’attività di sceneggiatore. Ha collaborato regolarmente con le pagine culturali di El País e La Vanguardia. Tradotte in oltre quaranta lingue, le sue opere hanno conquistato milioni di lettori e numerosi premi nei cinque continenti.

    Ha iniziato la sua carriera nel 1993 con una serie di libri per bambini e ragazzi, tra cui Il principe della nebbia, prendendo spunto dal suo lavoro come insegnante d’asilo.

    Nel 2001 esordisce nella narrativa per adulti con il suo quinto romanzo, L’ombra del vento (Planeta, 2001), che, uscito in sordina in Spagna, ha conquistato col passaparola il vertice delle classifiche letterarie europee, diventando un vero e proprio fenomeno letterario: 8 milioni di copie vendute nel mondo (un milione e mezzo solo in Italia), acclamato come una delle grandi rivelazioni letterarie degli ultimi anni. Libro che è stato tradotto in più di 36 lingue, ottenendo numerosi premi internazionali, tra cui Premio Barry per il miglior romanzo d’esordio nel 2005.

    Il 17 aprile 2008 esce per Planeta il secondo romanzo El juego del ángel. La tiratura iniziale di questo libro è la più alta per una prima edizione in Spagna. Il 25 ottobre 2008 esce per Arnoldo Mondadori Editore la traduzione italiana del romanzo, Il gioco dell’angelo, mentre nel maggio del 2009 esce in Italia Marina.

    Il 7 maggio 2010 esce, sempre per la Arnoldo Mondadori Editore, per la prima volta nelle librerie italiane Il palazzo della mezzanotte, uscito in lingua spagnola nel 1994 con il nome di El palacio de la medianoche. La successiva opera, Il prigioniero del cielo (El prisionero del cielo, Planeta), è del 17 novembre 2011.

    Il 22 novembre 2016 Mondadori pubblica Il labirinto degli spiriti (El laberinto de los espiritus), quarto libro della tetralogia dedicata al Cimitero dei libri dimenticati.

    Muore a Los Angeles il 19 giugno 2020 all’età di 55 anni, in seguito ad un cancro al colon contro cui combatteva dal 2018.

    Fonte: Wikipedia

    Qual è la trama del libro Il gioco dell’angelo?

    Nella tumultuosa Barcellona degli anni Venti, il giovane David Martín cova un sogno, inconfessabile quanto universale: diventare uno scrittore. Quando la sorte inaspettatamente gli offre l’occasione di pubblicare un suo racconto, il successo comincia infine ad arridergli. È proprio da quel momento tuttavia che la sua vita inizierà a porgli interrogativi ai quali non ha immediata risposta, esponendolo come mai prima di allora a imprevedibili azzardi e travolgenti passioni, crimini efferati e sentimenti assoluti, lungo le strade di una Barcellona ora familiare, più spesso sconosciuta e inquietante, dai cui angoli fanno capolino luoghi e personaggi che i lettori de “L’ombra del vento” hanno già imparato ad amare. Quando David si deciderà infine ad accettare la proposta di un misterioso editore – scrivere un’opera immane e rivoluzionaria, destinata a cambiare le sorti dell’umanità -, non si renderà conto che, al compimento di una simile impresa, ad attenderlo non ci saranno soltanto onore e gloria.

    Di cosa parla il libro Il gioco dell’angelo?

    Ci troviamo a cavallo degli anni ’20 nella tenebrosa Barcellona. Il giovane talentuoso ma sfortunato David Martin, scrittore locale di discreto successo, riceve una proposta piuttosto corposa da un misterioso editore parigino. David accetta la proposta, soprattutto per far fronte alle pendenze che premono sulle sue spalle. Il misterioso editore, Andreas Corelli, invita lo scrittore nella sua villa gotica a Parigi. L’editore garantisce a David una paga notevole per la stesura di un manoscritto religioso.

    La storia si infittisce quando David, dopo alcune ricerche, scopre che il generoso editore A. Corelli risulta morto da 15 anni. A peggiorare la situazione e la posizione assai delicata dello scrittore sono le morti abbastanza sospette degli editori con cui David aveva contratti di collaborazione. In questo modo, oltre all’angoscia di rimanere coinvolto dagli eventi di cronaca nera, lo scrittore era disoccupato e sempre più costretto a portare a termine il lavoro conferitogli dall’editore Corelli.

    Il gioco dell’angelo di Zafón conferma il talento dello scrittore.

    Acquista il libro su → amazon

    Marco Schifilliti

    Leggi anche la nostra recensione del libro dello stesso autore “L’ombra del vento”

    Guarda il book trailer

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here