Home BOOK THERAPY Recensione Ikigai

    Recensione Ikigai

    Ciò per cui vale la pena vivere. Come scoprire ciò che devi fare e farlo con decisione

    Recensione Ikigai

    Recensione Ikigai

    Dettagli prodotto
    Editore: Hermes Edizioni (25 luglio 2019)
    Lingua: Italiano
    Copertina flessibile: 115 pagine
    ISBN-10: 8879384023
    ISBN-13: 978-8879384025

    Acquista il libro su → amazon

    Cenni su Selene Calloni WilliamsRecensione Ikigai

    Sono impegnata in un attivismo spirituale, in una azione rinnovatrice di rivoluzione dei cervelli e in una costante lotta al luogo comune, soprattutto attraverso la diffusione della psicologia immaginale e della conoscenza del fenomeno sciamanico.

    Ho scritto oltre venti libri, tradotti e pubblicati in vari paesi, ho insegnato in diversi atenei, anche se non ho mai accettato un impiego più lungo del tempo di una conferenza. Tengo regolarmente conferenze in diverse lingue.

    Da sempre a contatto con la magia, nelle sue forme immortali e profonde, ho viaggiato attraverso i due mondi, il visibile e l’invisibile, con molti strumenti. Con il buddhismo esoterico e lo yoga, per avere trascorso numerosi anni in Sri Lanka, sia al seguito di un importante maestro di yoga, sia in un eremitaggio buddhista-theravada. Con lo sciamanismo, che è da sempre la mia grande passione. Con la psicologia del profondo e il metodo immaginale, essendo divenuta allieva del grande psicoanalista James Hillman, che mi ha portata a fondare l’Associazione di Nonterapia e l’Imaginal Academy. Con il life coaching e il counselling ad approccio immaginale, che sono percorsi di formazione dell’Imaginal Academy.”

    Fonte: selenecalloniwilliams.com

    Noburu Okuda DoCenni su Noburu Okuda Do

    Esperto di medicina dell’ambiente e specializzato nei rapporti uomo-natura. Grande conoscitore dei boschi, si occupa di diffondere e far conoscere in Occidente lo Shinrin-Yoku e i suoi benefici sulla salute.

     

     

    Sinossi ufficiale

    La parola Ikigai in giapponese può essere tradotta come ciò per cui vale la pena vivere. L’autrice Selene Calloni Williams e Noburu Okuda D? con questo libro entrano nel profondo di ognuno di noi indirizzandoci verso ciò che dà senso e significato alla nostra esistenza. Centrare le proprie giornate su ciò che vale la pena di essere vissuto. Ciò che, quando apri gli occhi al mattino, ti dà l’energia e l’entusiasmo per affrontare la vita è la condizione migliore nella quale esistere.

    Questo libro è una guida pratica. Non si avvale di teorie, ma suggerisce esperienze che ognuno di noi può fare da solo, in piena autonomia, con molta semplicità. I lettori rimarranno sbalorditi da quanto queste esperienze potranno essere rivelatrici ed aiutarci a trovare il senso della vita per essere felici. Selene Calloni Williams, esperta di psicologia del profondo, sciamanismo e coaching, conosciuta nel mondo per la sua energia e la sua chiarezza, fornisce un metodo ed esercizi per sviluppare la consapevolezza necessaria a realizzare il proprio Ikigai.

    Ognuno di noi ha un proprio ikigai ma per trovarlo è necessaria una lunga ricerca interiore che orienti alla comprensione di se stessi e alla realizzazione. Il vero Ikigai infatti lo si conosce realizzandolo: non può essere una semplice visione mentale, in quanto è più vasto, profondo e assoluto della mente pensante. Si può solo vivere l’ikigai e solo vivendolo lo si può conoscere. Vivere il proprio Ikigai è una gioia, una continua fonte di soddisfazione, di completamento e di realizzazione.

    Recensione

    Il libro è senza dubbio un’opera istruttiva e compatta che offre una guida per scoprire l’ikigai, il metodo giapponese per individuare la propria “missione di vita”. Tuttavia, a mio avviso, l’acquisto dell’estensione “Il mio diario ikigai”, pubblicato dalla Giunti Editore, è imprescindibile per mettere in pratica i concetti appresi nella lettura del libro.

    L’ikigai è come frequentare una scuola guida: puoi dedurre quale sia la tua “missione di vita”, la tua “strada” e il tuo “percorso”, ma se non sei consapevole di quali sono e come utilizzare gli strumenti a tua disposizione, decelererai fino a perdere l’entusiasmo, frenerai per fermarti e vivrai una vita soddisfacente, ma non abbastanza.

    Le pagine del libro di teoria sono scorrevoli e citano i segreti di lunga e sana esistenza condotta dalle popolazioni dei luoghi più ameni del pianeta, uno di questi posti è l’isola di Okinawa. In Italia vantiamo la Sardegna e l’entroterra calabrese. La vita non è frenetica, la dieta è a base di prodotti della terra e della pesca, ognuno ha estremo rispetto per i propri rituali quotidiani e per il proprio ritmo esistenziale. I doveri si svolgono quasi senza guardare l’orologio, gli appuntamenti e le scadenze sono un concetto relativo.

    Ma il vero segreto non è questo. È capire per quale motivo ognuno è diverso dall’altro e su come ognuno, al termine dell’esistenza, potrà lasciare migliore questo pianeta. Non è un manuale su come calcolare la propria impronta ecologica, ma su come realizzarsi e sentirsi quindi connessi con il mondo. Facendo questo ci si rispetta pienamente e rispettare madre terra diviene automatico.

    Si lavora sulla psiche con test diretti: cosa ci fa battere il cuore? Cosa ci fa riempire gli occhi di lacrime di gioia? Quando ci siamo sentiti fuori posto? Quando ci siamo presi responsabilità o colpe che non ci appartenevano? Ikigai vuol dire maturare naturalmente come un frutto, senza forzarsi per assecondare la società o la comunità che ci attornia.

    Non assecondare controvoglia il datore di lavoro, l’amante o il parente serpente. Maturare vuol dire conoscere i propri talenti e i propri umanissimi limiti, mettere a servizio di tutti i primi e piantare paletti per evitare di mentire a se stessi allo scopo di superare i secondi guadagnandosi nevrosi e malattie!

    Ikigai vuol dire conoscersi!

    Marilena Tocci

    Continua a leggere la nostra rubrica Book Therapy

    Guarda la presentazione dell’autrice

    Previous articleRecensione Metà e metà
    Next articleRecensione Quore
    Fondatore de "La Gilda dei Lettori", Presidente dell'associazione culturale "Dedicato a te". Laureato in scienze della comunicazione e multimedialità. “Le recensioni letterarie sono l’embrione della discussione critica, nutrendo il dibattito e arricchendo il confronto, donano ai lettori orizzonti da esplorare.”

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here