Home Gialli Recensione Gioco mortale

    Recensione Gioco mortale

    215
    0
    Recensione Gioco Mortale

    Recensione Gioco mortale

    Chi è Tiziana Leone?

    Recensione Gioco Mortale
    Tiziana Leone

    Tiziana Leone è nata a Catania e vive con la famiglia a Cosenza. Laureata in matematica e insegna alla secondaria di secondo grado. Lettrice appassionata di gialli e thriller, interessata a tutto ciò che ruota intorno al genere ad alta tensione. Finalista alla seconda edizione di “Ore Contate”, contest letterario di racconti da un incipit di Joe Lansdale organizzato da Orecontate.it e seconda classificata alla prima edizione del contest letterario “Pillole Noir” del Neroma Noir Festival. Dal 2018 è amministratrice del gruppo Facebook I thriller di Edvige e altro tra le righe, con il quale contribuisce alla promozione delle buone letture, sostenendo i giovani autori esordienti che pubblicano con serie realtà editoriali.

    Qual è la trama del libro Gioco Mortale?

    New York, 2011. Il detective Ray Hayes viene buttato giù dal letto dal suo partner, Roger Donovan: in uno squallido edificio è stato ritrovato il cadavere di una donna, insieme a un misterioso biglietto con la parola “quattro”. Per Ray comincia una difficile indagine, scandita da incubi post-traumatici e dissociazioni, ma anche dall’eco di Julia, la donna che ama, scappata a Philadelphia senza dare spiegazioni.

    Il tutto mentre il numero delle vittime continua a salire, senza che Ray abbia idea di che cosa indichino quei biglietti e quei numeri. I detective seguono diverse piste che si rivelano inconcludenti: l’assassino tesse la tela di una vendetta che affonda le radici in un passato lontano, si insinua nell’intimità dei rapporti, sfaldando la fiducia e portando Ray sull’orlo di una psicosi.

    Forse solo una giovane agente, con un velo di tristezza negli occhi e un forte senso di giustizia nel cuore, riuscirà ad aiutarlo nell’indagine più impegnativa della sua carriera, salvandolo a un passo dal baratro.

    Di cosa parla il libro Gioco Mortale?

    Per raccontare questo romanzo vorrei partire mettendo in risalto la suggestiva ambientazione che mi ha molto colpito, perché, in effetti, andare a collocare un thriller in un altro Stato che non sia quello di appartenenza dell’autore, è un modo in più per farci viaggiare con la mente e la fantasia. La trama presentata dall’autrice si dipana sul genere noir donando anche ampio spazio al thriller dal ritmo incalzante. Il personaggio principale possiede un ruolo cruciale all’interno della vicenda; ogni capitolo, infatti, è animatamente delineato dal detective Hayes che dimostra un innato modo tutto suo di indagare, puntando molto a suo favore attraverso l’irresistibile fascino magnetico che possiede, prerogativa che molto spesso lo caccia in un mare di guai.

    Ma il nostro acerrimo uomo cela un passato personale che l’ha profondamente segnato dal punto di vista sentimentale e dal quale non riesce del tutto a uscirne e venirne a capo. Nonostante ciò, si ritroverà invischiato in una serie di omicidi scanditi da un pregnante ritmo serrato. Un’oscura vicenda che lo coinvolgerà da ben molto vicino mettendolo psicologicamente a dura prova e tenendo noi insaziabili lettori incollati alle pagine.

    L’autrice con geniale abilità espositiva ha realizzato un complesso intreccio narrativo che non lascia nulla al caso, ma si snoda in una prestigiosa e avvincente lettura.

    Acquista il libro su → amazon

    Marika Mendolia

    Continua a leggere le nostre recensioni

    Guarda la presentazione

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here